Archivio della categoria: Social media marketing

Aumentare la visibilità sui Social Media

Desideri migliorare la reputazione del tuo profilo Instagram oppure della tua pagina Facebook? In questo articolo vediamo come aumentare la visibilità sui Social Media

Se davvero intendi migliorare la visibilità del tuo Instagram business oppure della pagina Facebook aziendale, devi creare la tua strategia di marketing. Solo in questo modo riuscirai a raggiungere i risultati desiderati.

Preparare la strategia di marketing significa analizzare il mercato di riferimento, individuare il target, stabilire gli obiettivi che si intendono raggiungere e promuovere le pagine aziendali attraverso campagne pubblicitarie create ad hoc per raggiungere nuovi clienti oppure per far fidelizzare quelli già acquisiti.

Come promuovere i contenuti sui Social Media?

Prima di conoscere i trucchi che ti permettono di aumentare la visibilità sui Social Media, partiamo dicendo che è fondamentare creare contenuti per il web (e quindi post, video, grafiche, ebook, etc.). Una volta che questi materiali vengono creati devono essere pubblicati sui Social Media. L’obiettivo di ogni azienda, professionista e influencer che ha profili Social Network attivi, è quello di riuscire a far visionare i contenuti agli utenti e migliorare la propria Brand Awareness

Per riuscire ad aumentare i like Facebook è possibile sia acquistare pacchetti con like visualizzazioni e commenti, sia pianificare campagne pubblicitarie. Nel primo caso, si acquistano i like verso le fotografie, i post pubblicati e le storie: tale attività viene scelta principalmente da chi ha profili social appena creati e poco seguiti. Nel secondo caso, invece, si creano campagne mirate a raggiungere utenti in target

Aumentare la visibilità sui Social Network: consigli

1.Creare il calendario editoriale

Per riuscire a migliorare la visibilità sul web è fondamentale creare un calendario editoriale, ovvero quel documento sono dove indicati tutti i contenuti che verranno pubblicati durante il mese su tutti i Social Network. 

2.Scegliere il canale di promozione

È fondamentale comprendere qual è il canale più appropriato per riuscire ad ottenere successo sul web. Ad esempio i seguaci su LinkedIn sono sicuramente maggiormente interessati a notizie di business. 

3.Individuare il tone of voice

Il modo in cui ognuno di noi parla cambia a seconda delle persone con cui usciamo. Ogni canale che viene utilizzato ha un pubblico diverso. Su LinkedIn, ad esempio il tono dovrebbe essere professionale, mentre su Instagram è più informale. 

4.Ottimizzare i contenuti

Oltre a pubblicare i contenuti sui Social Network, si consiglia di aggiungere una didascalia ed inviti all’azione. Ad esempio, è possibile aggiungere pulsanti come “clicca qui per parlare con noi”, “chatta con noi”, “acquista ora”, “scopri l’intera collezione”. Aggiungendo questi semplici inviti si riuscirà anche ad invitare gli utenti a visionare il sito web. 

5.Crea sondaggi 

Una delle attività che ti permette di migliorare l’engagement del tuo profilo è la creazione di sondaggi. Gli utenti rispondono alle domande, ad esempio quelle pubblicate nelle stories, dando il loro parere. In questo modo si riesce a coinvolgere il proprio pubblico. 

Conclusioni Se intendi migliorare la tua visibilità sui Social devi creare contenuti unici ed originali e pianificare campagne pubblicitarie per promuovere prodotti e/o servizi.

Quali sono le figure che formano una web agency

L’obiettivo principale di una web agency, è quello di fornire ai propri clienti, tutti i servizi e le competenze necessarie a creare siti web ottimizzati e ad attuare strategie aziendali di web marketing efficaci.

Per assolvere correttamente a queste funzioni, è necessario che una web agency, si avvalga della collaborazione di una moltitudine di figure professionali diverse e complementari tra loro.
Ecco di seguito quali sono le principali tipologie di professionisti del web, di cui una web agency di successo non può assolutamente fare a meno:

Programmatore: è colui che si occupa di dar vita ad un sito web attraverso un corretto linguaggio di programmazione. Il suo ruolo è fondamentale in quanto un sito programmato in maniera efficace, sarà veloce, sicuro e modificabile in maniera semplice.

Specialista della SEO: ricopre un incarico importantissimo. La sua funzione è complementare a quella svolta dal programmatore, poiché il suo compito è quello di mettere in atto tutte le strategie necessarie, per posizionare un sito tra i primi risultati dei motori di ricerca.

Web Marketer: è il professionista che si occupa di redigere una strategia di marketing personalizzata per ogni tipo di azienda. Lavora a stretto contatto con lo specialista SEO.

– Specialista nell’inserimento dati: si occupa dell’inserimento delle informazioni relative ai prodotti o i servizi offerti da un e-commerce. Sembra un’attività poco complessa e superficiale ma in realtà svolge un ruolo molto importante per l’ottimizzazione di un sito.
I dati devono essere inseriti sempre in ottica SEO.

Web designer: il suo compito è quello di curare l’aspetto grafico di un sito web, che dovrà risultare gradevole e facile da utilizzare.

Analista del web: si occuperà dell’analisi dei dati relativi alle prestazioni del sito che saranno rilasciati da strumenti come Google Analytic. In base ai risultati delle analisi potrà suggerire eventuali modifiche al Web Marketer.

Nel complesso, ogni figura è essenziale ma necessita della presenza della figura professionale ad essa complementare.

La figura del social network manager in un mondo ormai 2.0

Il mondo di oggi viaggia su una piattaforma 2.0, in cui i social network hanno ormai stravolto tutte le abitudini, tanto che la maggior parte delle persone trascorre mediamente due ore al giorno incollata al pc. Il rapporto tra l’essere umano e i social network, ha raggiunto livelli altissimi, diventando così base di studio tra i sociologi e antropologi. La nuova generazione, ma non solo, usa i social ne twork come una sorta di diario segreto, dove si condivide, si pubblica, ci si aggiorna sugli eventi che circondano la propria vita quotidiana. Le persone che usano i social, sono in costante crescita, tant’è che dal 2014 al 2015 vi è stato un incremento del 12%, mentre in relazione agli utenti che usano i social sul proprio smartphone, sono addirittura aumentati del 49%. In Italia si registrano più di 30 milioni di persone attive online.
Vari studi sul marketing hanno appurato che, pubblicizzare la propria attività sui social network è un punto di forza, poiché viene visualizzato da moltissimi utenti. La concorrenza è sempre più spietata, quindi bisognerebbe escogitare qualche rimedio per contrastarla.

Chi è il Social Network Manager.
Avere uno spazio online, in particolare su un social network o un blog, e usarlo come strumento di marketing, è la soluzione ideale per ampliare il proprio business. Sicuramente è necessario l’aiuto di un professionista in grado di mettere in atto tutto ciò. Ecco il motivo per il quale la figura del Social Network Manager in un mondo ormai 2.0 è diventato una svolta. In Italia questa figura non è ancora molto diffusa, infatti ci sono pochissime società che hanno al loro interno un esperto di Marketing, che gestisce l’attività online, mirando ad accrescere il rapporto di comunicazione tra società e social network o blog.
Il Social Network Manager gestisce queste pagine sui social, e cerca di rispondere al posto dell’imprenditore, alle innumerevoli domande che gli utenti pongono alla società ogni giorno. Il fatto di far emergere la propria azienda attraverso dei social, sicuramente ha anche delle controindicazioni, infatti, sicuramente sarà sottoposta a continue critiche da parte della concorrenza o da clienti scontenti e pignoli, ma nessun problema, sarà proprio lui a difendere la reputazione online della società stessa. Per attirare sempre più utenti, nella propria pagina, il Social Network Manager dovrà fare in modo di pubblicare costantemente notizie, offerte o prodotti dell’ultima ora. Il poter attirare continuamente nuove persone servirà anche per far salire la propria posizione sui motori di ricerca, poiché essere in prima pagina è lo strumento fondamentale per pubblicizzare il tutto. Quindi se si vuole cre scere, non solo a livello locale, ma anche a livello internazionale, occorre che ci si affidi a tale figura per la gestione professionale della propria attività online.

Come si diventa Social Network Manager
Il ruolo del Social Network Manager professionista, non è adatto a tutti, infatti per acquisire le giuste competenze esistono diversi corsi di formazione di svariate ore. Il corso prevede degli step, tra i più importanti ci sono:
– 1 Strategie di Marketing, e come acquisire molti clienti;
– 2 profonda conoscenza delle innumerevoli potenzialità che i social network principali come ad esempio Facebook, Instagram, Tweeterpossono offrire;
– 3 diversi consigli su quanto sia remunerato questo lavoro.

Quanto costa mantenere un Social Network Manager?
Gestire una pagina online richiede tempo e pazienza, da soli in modo corretto e proficuo è sicuramente un’impresa impossibile, tant’è che potrebbe sottrarre del tempo alla gestione della propria attività. Le due cose non coesistono facilmente. Avere la presenza di questa figura è importante. Essendo una figura professionale, ha un suo costo, ma allo stesso tempo influenza il profitto della società con la propria azione.
Lo si può considerare una sorta di investimento per massimizzare la rendita della propria attività.
Sicuramente il prezzo varia a seconda del manager che si sceglie per farsi seguire, ma mediamente il costo è di un 40,00€ l’ora.

Puntare sul web con l’e-commerce


Negli ultimi anni tutte le grandi aziende stanno puntando sulla vendita online infatti è facile notare come grandi marchi di abbigliamento stiano cambiando i propri siti da vetrina a e-commerce e contemporaneamente stiano puntando sulla pubblicità online.
Per pubblicità online s’intende principalmente tutto ciò che riguarda il web marketing e il posizionamento nei motori di ricerca il quale sta diventando un business sempre più richiesto proprio perché a quanto sembra gli utenti non fanno altro che cercare ed acquistare online.
Il Seo è un’attività che sta coinvolgendo notevolmente i siti di e-commerce insieme naturalmente al Pay per click il quale sebbene sia più immediato è anche molto più caro e se non utilizzato in maniera corretta per niente utile.
Proprio per tale ragione non è consigliabile il fai da te in quanto sebbene possa sembra semplice da impostare, una campagna pay per click deve comunque seguire determinati parametri e strategie che possano effettivamente portare conversioni.
Al pay per click possiamo abbinare un’attività di link building la quale serve appunto per migliorare il posizionamento di un sito per determinate parole chiave.
Certamente avere un sito di e-commerce non pubblicizzato è un investimento al quanto inutile visto che difficilmente porterà visite e dunque vendite, quindi è essenziale fare una pino marketing per avere un ritorno.